Quali sono le tappe della counseling dolore negli anziani?

Panoramica

Gli anziani possono sperimentare il dolore in modo diverso rispetto ad altri adulti. Un individuo più anziano può pensare più a morire che a vivere, perché la vita è spesso più di riflessione che di guardare al futuro. Poiché la solitudine normalmente si intensifica quando le persone anziane perdono una persona amata, la consulenza per i poveri degli anziani si concentra sull’aiutare le persone a superare i sentimenti di tristezza e depressione.

Identificazione delle tappe

Secondo un modello che spiega le fasi del dolore della dottoressa Elisabeth Kubler-Ross, la negazione, la rabbia, la contrattazione, la depressione e l’accettazione sono fasi comuni del dolore. Mentre alcune persone non sperimentano le fasi in sequenza, altri individui possono passare attraverso un certo stadio più di una volta o entrare in un’altra tappa contemporaneamente. Ma a prescindere dalla forma di un dolore da parte di un individuo, Kubler-Ross afferma che la maggioranza degli individui sperimenta almeno due di queste fasi. Anche se gli individui hanno bisogno di tempo dopo la morte di una persona amata, la rabbia e la negazione non possono essere sempre evidenti. Altri vicini alla necessità individuale di prestare molta attenzione dato che alcuni nascondono come si sentono veramente.

Incoraggiare l’accettazione

L’istituto sull’invecchiamento avverte che la perdita di una persona amata può innescare la depressione e un senso di isolamento negli adulti più anziani. Un obiettivo primario della counselling è quello di aiutare l’individuo a muoversi verso l’accettazione. Aiutare una persona a lavorare attraverso il processo di dolore comporta l’individuazione dell’individuo fino al punto in cui può parlare della perdita. Discutere il ruolo della persona deceduta nella vita della perdita è un modo per iniziare il processo di guarigione. La gente a volte trova conforto nel sapere che i loro sentimenti di rabbia e di colpa sono normali. Aiutare la persona a parlare della sua perdita e mostrargli che sperimentare emozioni negative non sconti i numerosi ricordi felici.

Insegnare le strategie di coping

Il counseling del dolore insegna agli individui che affrontano strategie per i momenti difficili, come le vacanze, i compleanni, gli anniversari e altri momenti speciali che la persona ha condiviso con il defunto. Anche se tutti colpiscono con dolore in modo diverso, la consulenza per i dolori può aiutare a identificare meccanismi di coping malsani. È essenziale lasciare che un individuo addolorato sa che i suoi sentimenti sono normali e attesi. Come altri adulti afflitti, gli anziani sono incoraggiati a frequentare gruppi di sostegno dove possono incontrare e parlare con altri che stanno sperimentando una perdita simile. Anche gli anziani gridanti devono ricercare punti vendita per riempire il loro tempo. Prendersi parte di hobbies o di altre attività che la persona che ha usato per godere può essere terapeutico mentre si riprende dalla perdita di una persona amata.

Partecipare a Rituali Grieving

Gli anziani affamati possono anche trovare utile prendere parte a certi riti come parte del processo di lutto. Le veglie, i funerali ei servizi delle tombe sono i tradizionali rituali di lutto a seguito della morte di una persona amata. Tuttavia, ci sono altri modi di affliggere. Molte persone ritengono utile scrivere una lettera al defunto, riempire un album fotografico con foto della persona, fare una donazione in onore dell’individuo o sostenere un’organizzazione o un progetto che solleva la consapevolezza della malattia da cui la persona è morta. Un altro approccio che i consiglieri del dolore a volte usano è quello di far parlare la persona a una sedia vuota come se la persona deceduta fosse effettivamente seduta lì.